Il Konjak

(2)

Il konjak è noto per le sue virtù dimagranti. Perché è così interessante? Possiede altre virtù benefiche? Rispondo a tutte le vostre domande.

Che cosa è il konjak?

Il konjak è una pianta originaria dell'Asia Sud-Orientale. Le radici del Konjak sono utilizzate da molti millenni in tanti piatti e specialità tradizionali della cucina Giapponese.
Il konjak è consumato principalmente sotto forma di konnyaku, cubi di gelatina nera (ottenuti mischiando la farina di konjak con l’acqua calda) che rappresentano un ingrediente molto utilizzato dalle popolazioni asiatiche.

Oggi il Konjak è utilizzato nell'industria agro-alimentare come un efficace addensante, perché dalle sue radici si ricava il glucomannano.

Quali sono le proprietà del Konjak?

Il konjak è noto per le sue innumerevoli qualità, un alimento dalle molteplici virtù terapeutiche e proprietà medicinali, fa parte della fitoterapia. Infatti il konjak è stato a lungo utilizzato nella farmacopea asiatica per le sue qualità medicinali, perché ritenuto efficace nel trattamento del diabete e del cancro e inoltre favorisce la regolarità del transito intestinale e l’eliminazione delle tossine da parte del sistema digerente. Alcuni studi sul konjak hanno inoltre dimostrato che questa pianta è efficace nel ridurre il tasso di «colesterolo cattivo».

È apprezzato anche per le sue proprietà dietetiche, è un ottimo alleato per chi desidera perdere peso perché è uno spezza-fame naturale. Il glucomannano contenuto nelle radici del Konjak ha un forte potere gelificante, è una fibra che aumenta di volume a contatto con i liquidi e riempie quindi lo stomaco e allo stesso tempo riduce l’assorbimento degli zuccheri e dei grassi. Provoca una sensazione di sazietà. Non apporta calorie, vitamina, oligo-elementi, non apporta niente o quasi niente, ma aiuta a dimagrire e a mantenersi in forma!

Come si consuma il Konjak

Il konjak si consuma sotto diverse forme:

  • Pasta per cucinare piatti dietetici;
  • Spaghetti chiamati shirataki adatti per molti piatti;
  • Gelatina chiamata Konnyaku, non si mangia direttamente ma può essere utilizzata come ingrediente per molti piatti;
  • In capsule spesso consumate come spezza-fame.

Ricette che utilizzano il konjak

Padellata di konjak con funghi: far rosolare 1 cipolla tagliata a fette; aggiungere i funghi e poi gli shiratakis; mescolare bene e lasciare sul fuoco per 1 o 2 minuti. Servite subito.

Trito di verdure con konjak: in una padella far rosolare con un po' d'olio d'oliva 1 peperone rosso tagliato a listarelle, dei germi di soia, 1 scalogno affettato fine, delle fettine molto sottili di konjak (tagliate in un tagliere), degli anacardi, un po' di salsa di soia.

Marie Fauchille
Dietista | Nutrizionista
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Vote
VAI IN ALTO