La Bevanda Energetica

(3)

Con l'obiettivo di compensare le perdite di acqua, di glucidi e di minerali dovute allo sforzo fisico, questa bevanda fà della composizione  adatta ai bisogni nutrizionali degli sportivi durante l'attività fisica, il suo punto forte.

Che cosa è una Bevanda Energetica ?

Questa bevanda ha l'obiettivo di compensare le perdite di acqua, di glucidi e di minerali dovute allo sforzo fisico. La sua composizione deve essere perfettamente bilanciata secondo i bisogni nutrizionali e organolettici degli sportivi per essere utilizzarta prima, durante e dopo l'attività fisica.

Qual'è il vantaggio delle Bevande Energetiche ?

Idratarsi è la necessità primaria, qualunque sia l'attività fisica e qualunque sia la sua intensità. Il primo obiettivo di una bevanda è quello di reintegrare l'acqua persa dal corpo durante la performance. Le bevande energetiche sono inoltre arricchite con mix di zuccheri e rappresentano un apporto di glucidi facilmente assimilabile durante lo sforzo. Questo apporto risulta inoltre importante poichè aiuta a ritardare il consumo delle riserve energetiche e ad evitare quindi lo stato di ipoglicemia (« fiacchezza »).

Come utilizzare le bevande energetiche ?

Sforzi inferiori a 1h/1h30 :

è sufficente della semplice acqua in buona quantità.

Sforzi superiori a 1h / 1h30 : 

Si consiglia in questo caso di consumare con regolarità una bevanda glucidica (1 sorso ogni 10 - 15 minuti). Questa bevanda deve privilegiare i glucidi al fine di apportare all’organismo un’energia rapidamente disponibile durante lo sforzo. Deve inoltre contenere sodio, vitamina B1 ed essere Isotonica per assicurare una buona assimilazione.

Sforzi di lunga durata : 

Per sforzi che durano nel tempo, gli apporti di glucidi e minerali sono sempre molto importanti, poichè permettono di soddisfare i fabbisogni dell’organismo.In questo caso però le concentrazioni saranno più elevate e arricchite con carboidrati a lungo assorbimento. Questa bevanda deve inoltre contenere minerali : sodio, potassio e magnesio oltre a vitamine B1, B2, B6 che hanno un ruolo importante nell’utilizzo dei glucidi da parte dell’organismo.

Quali sono gli ingredienti indispensabili di una Bevanda Energetica ?

La specificità di una bevanda sarà legata alla sua composizione di glucidi, di minerali (come il sodio) e dalla sua osmolarità. Le sue colonne portanti saranno quindi:

  • L’Acqua per mantenere l'organismo idratato : l’attività fisica è la principale causa di perdita di acqua e non deve essere mai sottovalutata perché è il primo fattore di influenza nella performance dello sportivo.
  • I Glucidi per compensare le perdite di energia : tra i più frequentemente utilizzati sono il glucosio, il fruttosio e le maltodestrine, mescolati insieme per garantire efficienza immediata e durata nel tempo.
  • Il Sodio per compensare le perdite dovute alla sudorazione: questo minerale partecipa al mantenimento dell'equilibrio idrico dell’organismo. Si raccomanda un apporto di 400 - 1100mg/l. Si consiglia di non superare questa soglia per non modificare l’osmolarità e quindi indirettamente la velocità dello svuotamento gastrico.
  • Osmolarità : L’osmolarità del sangue umano è di 290mOsm/l, per essere isotonica una bevanda deve avere la stessa concentrazione, cosi che venga assorbita senza ulteriori dispendi energetici.

Ci sono delle trappole da evitare ?

  • Il fruttosio : Durante lo sforzo si raccomanda di non assumere il fruttosio da solo. Oltre i 30g/l, può causare dei problemi gastro-intestinali che avranno un effetto negativo sulla performance. E' consigliato associarlo sempre ad un altro zucchero.
  • Il miele : molto ricco di fruttosio, presenta poco interesse tranne che non sia associato ad un altro zucchero.
  • La temperatura della bevanda : La bevanda deve essere fresca (10 – 15°C) ma non ghiacciata.

Qual è la regolamentazione delle Bevande Energetiche ?

Per ottenere la citazione nutrizionale « prodotto dietetico da sforzo », le bevande devono rispondere a dei criteri regolamentari precisi.

Le Bevande Energetiche fanno parte di una delle 6 categorie di derrate destinate ad un'alimentazione particolare (DDAP) regolamentata in Europa dalla direttiva 89/398/CEE

Inoltre, i prodotti da sforzo sono appositamente regolamentati dal decreto del 20 luglio 1977 che precisa che il loro contenuto di glucidi rappresenta almeno il 60% del loro apporto calorico. Inoltre, devono contenere una quantità di vitamina B1 e un apporto calorico di 3000 kcal corrisponde ad un apporto di vitamina B1 compresa tra 3 e 9 mg.

Marie Fauchille
Dietista | Nutrizionista
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Vote
Consigli
comment-bien-s-hydrater

L’acqua è un bisogno vitale. Per la salute e il buon equilibrio del nostro organismo è importante compensare le perdite d'acqua.Prima, dopo e sopratutto durante l'attività fisica, la disidratazione è il peggiore nemico dello sportivo e della performance.Idratarsi è dunque essenziale per ciascuno di noi. È per questo motivo che il Blog Aptonia lancerà il suo primo dossier sui benefici e le caratteristiche dell’idratazione nello sportivo. Ecco in anteprima i 6 consigli da seguire per idratarsi in modo ottimale prima, durante e dopo l'attività fisica.

(5)
Consigli

Durante lo sforzo, l’idratazione è essenziale per non diminuire le performance. Ma già dopo un'ora di esercizio, l’acqua non basta più! Bisogna infatti garantire ai muscoli energia attraverso l'utilizzo dei Glucidi e compensazione delle perdite sudorali grazie al Sodio. La bevanda Isotonica integra nel corpo dello sportivo questi 3 elementi essenziali!

(12)
VAI IN ALTO