Consigli per Sport

Che sia running, ciclismo, triathlon, fitness, body-building, crossfit o sport invernali, Aptonia ti accompagna nella tua attività sportiva! Scopri qui la nostra selezione di consigli pensati per ogni sport e per ogni livello.

51 consigli
Pages

Il gel riscaldante risponde perfettamente a tutti i tipi di riscaldamento muscolare prima dell'attività sportiva ma va sempre associato ai consueti metodi di riscaldamento quale stretching e preparazione cardio-respiratoria.

(2)

Il piede dello sportivo è l'organo più sensibile nella maggior parte di sforzi dovuto all'interazione piedi/scarpe/suolo.
Nella camminata, nel running o nei salti, il sistema complessivo di piede e caviglia deve provvedere allo smorzamento degli urti, alla propulsione durante le varie fasi della deambulazione e ad assicurare la stabilità. Nella fase di propulsione si creano degli impatti che si ripercuotono sull'organismo attraverso l'onda d'urto vibratoria.
La pratica prolungata del running comporta una modifica di alcune variabili morfologiche del piede, come il cedimento della volta plantare che è sicuramente dovuto all'affaticamento dei muscoli stabilizzatori del piede e proprio per questo motivo è importante inserire nelle scarpe delle solette correttrici e ammortizzanti durante l'attività sportiva, anche sui piedi detti normali in posizione statica e a riposo.

(1)

Le performance del tennista dipendono anche da un'alimentazione equilibrata ed adattata al proprio stile di vita. L'alimentazione è importante per soddisfare tutti i bisogni dell'organismo prima, durante e dopo lo sforzo. Vediamo insieme quali sono i consigli da seguire per migliorare le performance con piacere!

(2)

L’organismo per funzionare ha bisogno di energia e sebbene abbia una riserva energetica, essa è limitata. L'alimentazione è importante per coprire tutti i bisogni dell'organismo: gli alimenti contengono i nutrienti (che si distinguono in macro-nutrienti e micro-nutrienti), sostanze che apportano energia.

(2)

Addio vacanze!L'estate è il periodo in cui si vivono ritmi nuovi, si dimenticano le preoccupazioni e lo stress e si approfitta di ogni singolo istante. Il periodo estivo è un periodo molto intenso, ricco di divertimenti e di relax, tra cui gli aperitivi tranquilli sotto il sole.

Presto o tardi le vacanze finiscono, arriva il momento del rientro e si devono ristabilire i ritmi di sempre preparandosi alla fine di questo periodo estivo per affrontare l'autunno e l'inverno carichi di energia.

(2)

L’organismo per funzionare ha bisogno di energia e sebbene abbia una riserva energetica, essa è limitata. L'alimentazione è importante per coprire tutti i bisogni dell'organismo: gli alimenti contengono i nutrienti (che si distinguono in macro-nutrienti e micro-nutrienti), sostanze che apportano energia.

(2)

L'inverno è un periodo che mette a dura prova il nostro organismo e il dispendio energetico aumenta. Esercitare uno sforzo fisico con temperature basse, aumenta il consumo di energia da parte dell'organismo.
Nel corso degli allenamenti, il corpo è in grado di adattarsi al freddo, ma una buona condizione fisica è determinata anche da una corretta alimentazione.

(2)

L'idratazione è fondamentale quando si pratica attività sportiva. L'attività fisica aumenta la perdita di liquidi per effetto della sudorazione causata da un aumento della temperatura corporea durante lo sforzo. Durante l'allenamento è fondamentale idratarsi correttamente per limitare la disidratazione, che è il peggior nemico dello sportivo.

(3)

Il ciclismo provoca sollecitazioni muscolari direttamente proporzionali all'intensità e alla durata dello sforzo. Essendo uno sport che si pratica all'aperto, la tolleranza alla fatica e i consumi energetici dipendono anche dalle condizioni climatiche, dalla forza e dalla direzione del vento.
Ovviamente una buona bici può limitare queste sollecitazioni, ma alla fine i chilometri macinati si faranno sentire!
Le contratture non sono rare e il massaggio è una risposta meravigliosa e non farmacologica alle sofferenze muscolari.

(3)

Appassionati di uscite lunghe, il rifocillamento deve essere ben preparato così come si fa con la bicicletta, per non accusare un'eccessiva stanchezza.
È difficile quantificare un'uscita lunga, per un ciclista esperto è uno sforzo di circa 4 ore e per un ciclista meno esperto è uno sforzo di circa 2 ore. La strategia nutrizionale per limitare la stanchezza e ritardarne l'arrivo non può essere improvvisata, a prescindere dalla durata dell'uscita.

(4)

Il sole inizia ad uscire allo scoperto e gli alberi diventano verdi, sta arrivando la primavera. Incominciamo a pensare alle vacanze, alla sabbia fine... ed è il momento giusto per liberarsi dei chili di troppo accumulati durante l'inverno. Se provassi una dieta efficace a lungo termine!

(6)
VAI IN ALTO