Lesioni meniscali del ginocchio

(3)

Il ginocchio possiede 2 menischi: un menisco interno (mediale) e un menisco esterno (laterale).

I menischi sono delle strutture fibrocartilaginee che svolgono diverse funzioni nell'articolazione del ginocchio:

  • ammortizzare i traumi e distribuire i carichi in modo uniforme su tutta la superficie articolare;
  • dare stabilità;
  • lubrificare migliorando l'assorbimento e la secrezione del liquido sinoviale (liquido articolare) nel ginocchio;
  • proteggere la cartilagine articolare contro l'artrosi.

Le lesioni Meniscali possono essere di due tipi

Quelli di origine traumatica (distorsiva) causati da una brusca sollecitazione diretta o indiretta e molto spesso dopo una torsione o rotazione forzata del ginocchio,

E quelli di origine degenerativa in caso di microtraumi ripetuti durante l'attività sportiva o per un'usura del tessuto cartilagineo, con deviazione assiale del ginocchio (in varo o in valgo).

Il menisco ha una forma di mezzaluna e le lesioni differiscono in base alla loro localizzazione: corno anteriore, corpo (porzione centrale), corno posteriore e in funzione al tipo di fissurazione longitudinale verticale o obliqua, radiale o orizzontale.

Le cause

La lesione acuta o cronica è sempre connessa allo sforzo sebbene ci possa essere una predisposizione. Anche l'età e gli anni di pratica di un'attività sportiva possono provocare lesioni degenerative dei menischi, come ad esempio i reumatismi articolari.

I sintomi

I sintomi sono chiari ed evidenti:

Dolore brusco o progressivo sul lato interno o esterno del ginocchio.

Versamento intra-articolare chiamato idrartrosi o versamento del liquido sinoviale.

Blocchi articolari, il ginocchio non è in grado di estendersi completamente.

Dolore all'iperflessione o iperestensione della gamba.

Dolore alla palpazione dell'interlinea articolare interna (menisco interno), esterna (menisco esterno).

Grinding test : dolore alla torsione dell'arto inferiore (non facile da trovare o da fare).

La diagnosi: l’esame fondamentale:RMN (risonanza magnetica)

Le lesioni meniscali si distinguono in base alla loro localizzazione (corno anteriore, corpo, corno posteriore) e in funzione del loro tipo (fissurazione longitudinale verticale od obliqua, radiale od orizzontale).

Possiamo riscontrare un versamento o una cisti associata.

È importante accertarsi del buono stato dei legamenti.

Trattamento e cura

Esistono diverse possibilità.

Se la lesione è piccola e periferica, bisogna stare a riposo totale o parziale e concedersi un periodo di attesa per garantire la corretta guarigione.

Ci sono 2 tipi di interventi chirurgici:
la meniscectomia artroscopica in cui si asporta solo la parte lesionata del menisco e la  riparazione del menisco che consiste a suturarlo con innesto o freccia riassorbibile.

L’asportazione del menisco è molto rara ed è indicata per lesioni estese con corpo mobile o frammenti associati.

Docteur Patrick Bacquaert

Médecin chef de l'IRBMS

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Vote
5,99 €*
4.38 / 5 29 commenti
    Consigli

    La tendinite è un processo infiammatorio che insorge generalmente a causa di un sovraccarico funzionale del tendine, dalla ripetizione esasperata e continua di determinati gesti o movimenti, da errate posizioni in bici e da una tecnica di guida non adatta alla nuova bicicletta.

    (4)
    VAI IN ALTO