Perché si suda?

(4)

La sudorazione è un normale fenomeno fisiologico che regola la temperatura corporea mantenendola attorno ad un valore costante di 37 °. Il nostro corpo è in grado di produrre circa mezzo litro di sudore al giorno, escludendo ogni attività fisica o sportiva.

Circa 3 milioni di ghiandole sudoripare sono distribuite sull'intera superficie corporea, anche se sono più numerose sulle ascelle, sulla pianta dei piedi e sul palmo delle mani. Le ghiandole secernono un liquido chiamato sudore, che è costituito da acqua e da un PH leggermente acido e, talvolta, può presentare un odore sgradevole.

Quando la pelle si surriscalda, il corpo mette in atto un sistema di termoregolazione attivando la sudorazione, in modo da raffreddarsi e proteggersi dall'ipertermia. La sudorazione si attiva quando aumenta la temperatura ambientale, durante lo svolgimento di attività quotidiane come lo sport o in caso di febbre o di una infezione virale. I pori della pelle lasciano uscire il sudore per raffreddare e far diminuire la temperatura.

L'acqua che il corpo perde come sudore deve essere compensata da un apporto equivalente, quindi bisogna bere dell'acqua per evitare la disidratazione.

Lo sapevi: la disidratazione è nemica della performance

La disidratazione indica una carenza di acqua nell'organismo dovuta ad un insufficiente apporto di liquidi e ad eccessive perdite di acqua. La perdita di acqua comporta una riduzione del peso corporeo.

L’acqua è un bisogno vitale per le cellule e i muscoli.

L’adattamento allo sforzo durante un'attività fisica aumenta il fabbisogno idrico perché la contrazione dei muscoli e il loro funzionamento richiedono una buona idratazione. La disidratazione causa stanchezza e lesioni muscolari.

Escludendo ogni forma di malattia, come aumenta la temperatura corporea?

Il fenomeno fisiologico avviene in modo complesso nelle cellule. Ogni sforzo fisico provoca un aumento della temperatura corporea;  il corpo trasforma le calorie in potenza muscolare similmente al motore di una macchina che consuma benzina per funzionare. Con una corretta assunzione di liquidi, il sudore elimina il calore.

Lo sforzo fisico, il caldo, le emozioni forti o una malattia possono far aumentare la temperatura interna e far alzare la temperatura corporea. Le ghiandole sudoripare espellono il sudore,  l'evaporazione del sudore raffredda la pelle e fa diminuire la temperatura corporea.

Quando il fenomeno non è più controllato e non si beve abbastanza o non si interrompe lo sforzo fisico, si può avere l'ipertermia da sforzo che può provocare il coma e perfino un arresto cardiaco.  Per saperne di più consulta www.irbms.com

La disidratazione cronica

Una carenza d'acqua provoca una disidratazione costante e perenne. Per prima cosa si avverte una stanchezza cronica, poi la pelle diventa secca e molto grinzosa e, infine, si ha una perdita di peso che si accompagna a cambiamenti delle costanti sanguigne. Bisogna bere prima di avere sete perché la sensazione di sete viene avvertita dal nostro organismo in seguito alla disidratazione.

Bere almeno 1,5 litri di acqua al giorno e anche di più se si pratica attività fisica o sportiva.

Una buona idratazione è assicurata da acqua, succhi di frutta e bevande energetiche. Ricordarsi che le bevande energizzanti non apportano alcun beneficio, anzi, possono essere pericolose per la salute.

Conclusione

Avere sempre con sè una bottiglia d'acqua o una borraccia che contenga una bevanda da sforzo e bere regolarmente prima di avere la sensazione di sete!

Docteur Patrick Bacquaert

Médecin chef de l'IRBMS

 

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Vote
VAI IN ALTO